Istruzione e salute – L’apprendimento fa bene al cervello e al corpo

Mai sottovalutare i benefici di una buona educazione. Thomas Jefferson avrebbe colpito nel segno se invece di inserire “Vita, libertà e ricerca della felicità” nella Dichiarazione di Indipendenza, avesse invece scritto le parole “Vita, libertà e ricerca della salute e dell’istruzione. “

Educazione, salute e felicità sono indissolubilmente legate, secondo un numero crescente di studi che indicano una connessione diretta tra istruzione e qualità della vita. Una conversazione sulla qualità della vita dovrebbe sicuramente includere riferimenti a forza, resistenza, vigore… tutti sottoprodotti di una buona salute.

La strada dell’istruzione è lastricata di un approccio fondamentale e di vasta portata all’apprendimento che forgia la conoscenza in una varietà di materie, inclusa la salute. Una volta che hai le conoscenze, diventa molto più facile prendere le decisioni giuste per tutta la vita sulla salute e su tutto il resto.

“La conoscenza è potere”, ha scritto l’autrice Veronica Roth. La conoscenza apre le porte, abbatte le barriere e livella il campo di gioco. Senza di essa, vaghiamo per la vita inconsapevoli delle possibilità che ci circondano e insicuri delle decisioni che abbiamo di fronte. Con esso, siamo in grado di riconoscere il bene e il male nelle cose e prendere decisioni basate sull’osservazione, l’intelligenza e il giudizio informato.

Dopo aver appreso il concetto di vita sana, e come accade per molte delle responsabilità quotidiane della vita accompagnate dalla conoscenza, si accende dentro di noi un processo educativo. Poiché il nostro cervello ha assorbito informazioni importanti per essere in salute, iniziamo il processo di apprendimento su come essere sani. Il ciclo continua.

Per rispondere alle domande introdotte da questa nuova consapevolezza, ci concentriamo quindi su quelle cose che ci aiutano a raggiungere il nostro obiettivo di raggiungere e mantenere il benessere. Improvvisamente, il nostro cervello spinge il nostro corpo ad apportare le modifiche necessarie che possono promuovere uno stile di vita sano in noi. In un breve lasso di tempo, la salute diventa qualcosa a cui pensi più che solo quando devi.

La salute è principalmente definita come ‘uno stato di completo benessere emotivo e fisico’. Raggiungere salute e benessere ottimali è una sfida per tutti, istruiti o meno. Tuttavia, avere le conoscenze necessarie per raggiungere e mantenere una buona salute, è un perfetto esempio di come l’apprendimento può influenzare positivamente ogni aspetto della tua esistenza quotidiana.

Il dottor Seuss aveva ragione: “Più leggi, più cose saprai. Più cose impari, più posti andrai”.

Idealmente un processo che dura tutta la vita, l’apprendimento stimola il cervello, innesca una risposta fisica e aiuta a identificare percorsi quasi illimitati di educazione. L’istruzione, a sua volta, crea una base per la vita che si traduce, quasi inconsciamente, attraverso aspetti illimitati della vita, inclusi salute e benessere.

Numerosi studi hanno stabilito l’importanza ei benefici a lungo termine dell’educazione della prima infanzia sul benessere di una persona. Secondo l’Economic Opportunity Institute, “l’apprendimento della prima infanzia svolge un ruolo cruciale nell’istruzione primaria. Concentrandosi nella prima infanzia sulla prevenzione e sui fattori protettivi, un’assistenza e un’informazione di qualità possono aiutare i bambini a crescere sani”.

Il rapporto ha proseguito affermando: “… l’apprendimento e l’assistenza precoci di qualità prima dei cinque anni hanno scoperto che sono associati al miglioramento di una serie di misure educative e sociali, alcune delle quali sono state documentate molti anni dopo l’assistenza”.

Sebbene sia stato dimostrato che le caratteristiche genetiche strutturate nel nostro DNA svolgono certamente un ruolo nella salute e nella longevità, affrontare la questione centrale dell’istruzione – l’apprendimento precoce e continuo – può fornire una vasta gamma di benefici positivi per il cervello, il corpo, e per la società in generale.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *